Servizio Civile: Acmos propone due progetti

Vuoi contribuire alla diffusione di consumi più sostenibili? Vuoi partecipare ad aumentare la sicurezza nei contesti scolastici? Cerchi un’esperienza di impegno e formazione?

All’interno del bando di Servizio Civile Universale, l’associazione ACMOS propone due progetti, che sintetizziamo qui sotto.

Se hai tra i 18 e i 28 anni e vuoi partecipare ai progetti proposti dalla nostra associazione hai tempo fino all’8 febbraio 2021.

 

 


EDUCAZIONE e PRATICHE COLLETTIVE per un CONSUMO SOSTENIBILE

Il progetto intende promuovere percorsi e pratiche affinché i giovani siano promotori, assieme agli adulti di riferimento, di uno stile di vita sostenibile. Tale sensibilizzazione avverrà attraverso l’educazione e la promozione di pratiche di consumo sostenibile per giovani e famiglie del territorio.
Il progetto verrà realizzato su tre sedi:
– CASA ACMOS, il cuore dell’associazione ACMOS sito in una vecchia fabbrica industriale, per promuovere l’educazione e il consumo sostenibile in Barriera di Milano. Per questa sede si cercano 3 volontari
– XMediaLab, un bene confiscato in Barriera di Milano, per promuovere la sostenibilità e il consumo sostenibile a partire dall’arte e dalla creatività. Per questa sede si cercano 2 volontari
– Cascina Arzilla, una cascina confiscata, per promuovere l’educazione e il consumo sostenibile su Volvera e dintorni. Per questa sede si cercano 2 volontari
Il progetto prevede dunque attività di ricerca, educazione, informazione e sperimentazione di buone pratiche insieme a giovani e famiglie del territorio di intervento.

 


A SCUOLA in SICUREZZA

Il progetto intende aumentare la sicurezza nei contesti scolastici, dove per sicurezza si intende un concetto molto ampio, dalla sicurezza delle strutture scolastiche, alla possibilità di relazioni tra pari e con il personale scolastico, alla presenza di opportunità espressive ed educative.
Si ritiene infatti che aumentando la sicurezza sia degli edifici sia delle relazioni, creando un ambiente scolastico sicuro e funzionante, si possa migliorare il clima, la tranquillità e l’agio dello stare in classe e potenziare l’apprendimento, contrastando abbandoni e dispersione, con un significativo miglioramento dell’accessibilità e un aumento della qualità dell’educazione ricevuta dalle studentesse e dagli studenti.
Il progetto si svolge in collaborazione con la Fondazione Benvenuti in Italia.
I volontari attesi per il progetto sono 2 per l’associazione ACMOS (Sede di Casa Acmos) e 2 per la Fondazione Benvenuti in Italia

 

 

 

Articolo di