Minari

Jacob (S. Yeun) si trasferisce dalla California all’Arkansas, negli anni ’80. Con lui ci sono la moglie Monica (H. Ye-ri) e i figli Anne e David. La coppia si dedica al sessaggio dei pulcini, ma Jacob ha un sogno: avviare una coltivazione in proprio, su un terreno che ha acquistato, e vivere dei proventi della fattoria a cui sta dando vita. Per aiutare la famiglia, arriva Soon-ja (Y. Yeo-Yeong), madre di Monica ed eccentrica nonna dei due ragazzini. Il capofamiglia è sempre più concentrato sul suo obiettivo (aiutato dallo strano Paul, bentornato Will Patton!), trascurando i figli e la moglie, alimentando una crisi famigliare che forse cova da tempo.

Lee Isaac Chung scrive e dirige questa piccola perla del cinema dell’ultimo anno, con una storia semplice, eppure così universale. Commuove, diverte, scalda il cuore, intenerisce. Ha nel rapporto tra il piccolo David e sua nonna Soon-ja uno dei pilastri portanti della storia. Cast splendido, con Yoo Yeo-Yeong premiata con l’Oscar (su sei candidature) per la migliore attrice non protagonista.

Non perdetelo, soprattutto ora che hanno riaperto i cinema!

 

02/05/2021
Articolo di