Il villaggio che cresce, contro la dispersione scolastica

Il “Villaggio che cresce” è un progetto volto a prevenire la dispersione scolastica dei bambini e dei ragazzi che abitano nelle palazzine occupate del quartiere Borgo Filadelfia all’interno dell’ex-MOI ed ex-Villaggio Olimpico: l’area che da mercato ortofrutticolo all’ingrosso di Torino si è trasgormata nel 2006 in centro olimpico e dove oggi convivono diverse realtà, come le case popolari di via Pio VII, l’Ostello della Gioventù, le palazzine occupate abusivamente da profughi, lo Studentato Universitario Falciola, alcune famiglie in emergenza abitativa, lo studentato ed il Cohousing Buena Vista dell’associazione Acmos, gli Uffici del Coni e dell’Arpa.

L’iniziativa è stata sollecitata e promossa dall’Istituto Comprensivo Sandro Pertini e dall’Istituto Comprensivo Sidoli-Dogliotti che operano nell’area, con la collaborazione dalla Fondazione Specchio dei Tempi e delle associazioni ACMOS e LVIA. Obiettivo del progetto è quello di coinvolgere e integrare gli abitanti del “Villaggio” in età scolare e prescolare attraverso attività ludico ricreative e l’affiancamento nello studio, in modo che possano ricevere una giusta istruzione e non siano tentati di abbandonare prematuramente gli studi.

Articolo di