Perché scegliere una fan page su Facebook

il logo delle fan page di facebook

 

Facebook è il social network più diffuso in Italia. Sono 26 milioni le persone che lo usano nel nostro paese e l’utenza è molto variegata: 5,4 milioni gli utenti tra i 19 e i 25 anni, 6,2 milioni tra i 26 e i 35, 5,2 milioni tra i 36 e i 45. Se si vuole comunicare online in modo efficace non è quindi possibile evitare di usare questo social network. È necessario però utilizzarlo con buonsenso e avere ben presente ciò che si può e non si può fare. Vogliamo quindi darvi qualche consiglio. Cominceremo da una questione preliminare, se vogliamo banale, ma che necessita un approfondimento soprattutto per le realtà che non hanno un budget dedicato alla gestione dei social network: la distinzione tra fan page e pagine utente.

 

 

Fan page o pagina utente, cosa scegliere?

la testata della nostra fan page

Facebook offre 2 opzioni principali agli utenti per costruire la propria rete sociale: il profilo personale e la pagina fan. Per gestire la comunicazione di un’associazione è necessario scegliere la pagina fan. Si tratta di una scelta in apparenza scontata, ma spesso ci si imbatte in associazioni che scelgono un profilo personale. Secondo noi lo fanno per questi 3 limiti della pagina:

Innanzitutto non è possibile taggare direttamente gli utenti. Per risolvere questo problema è possibile appoggiarsi al proprio profilo personale, ma la procedura è un po’ macchinosa. Bisogna infatti pubblicare il post a nome della pagina, selezionare “Passa a [nome utente]” e modificarlo aggiungendo le tag agli utenti che desideri.

 

per taggare gli utenti sulla propria pagina bisogna postare un nuovo status e poi cambiare utente

 

 

 

È poi difficile gestire la rete dei fan. Nella sezione notizie di una pagina fan compaiono solo gli aggiornamenti di altre fan page e non è possibile interagire con gli utenti. Come pagina non si può scrivere sulla bacheca di un utente né mandargli un messaggio.

Infine, la visibilità delle fan page su Facebook è ridotta rispetto alle pagine utente.

 

Perché la fan page è indispensabile

Sono però 2 gli aspetti che rendono la fan page essenziale per comunicare su Facebook:

 

Non c’è il limite dei 5.000 contatti. Abbiamo visto come sia più facile usare una pagina profilo personale. Si tratta però di una scelta che non tiene conto del lungo periodo. C’è un numero massimo di contatti che si possono mantenere contemporaneamente. A questo limite si aggiungono le difficoltà nel gestire i contenuti degli altri utenti. Tutti i post che gli utenti pubblicano su una fan page (taggandola o scrivendo direttamente sulla sua bacheca) compaiono in una sezione ben delimitata. Se si ha un profilo personale bisogna invece regolare manualmente il flusso di notizie sul proprio diario, nascondendo alcuni post o nascondendo le tag.

 

Offre strumenti fondamentali per ottimizzare la propria comunicazione:gli insight, ovvero le statistiche della pagina, che dal 2013 sono state aggiornate e migliorate; la possibilità di targettizzare gli utenti;la promozione a pagamento dei propri post e della pagina attraverso il servizio di inserzioni. Questi sono elementi imprescindibili per mettere al centro della propria strategia comunicativa il social netwok di Zuckerberg.

Articolo di