COFE: la dichiarazione è firmata. Noi ci siamo!

Il 9 maggio, festa dell’Europa, dovrebbe avere avvio la “Conferenza sul futuro dell’Europa”. Il condizionale è d’obbligo, vista la non ufficialità della data.

Noi faremo del nostro meglio affinché la COFE apra una nuova fase costituente che metta al centro il ruolo del Parlamento europeo e che conduca alla trasformazione dell’Unione Europea in una Repubblica federale fondata sull’uguaglianza di diritti e doveri. Ci avviciniamo, quindi,  a quella data con un imperativo: essere protagonisti del cambiamento, con forza e per amore!

Lo abbiamo fatto e lo continueremo a far con la campagna #ONEurope: same rights, one Republic che ha coinvolto enti, associazioni e cittadini di tutto il continente.

Il 9 maggio saremo a Ventotene (LT) con un’azione simbolica che vuole raccogliere il contributo dei giovani di tutta Italia sul destino e i valori che l’Unione Europea del domani devono incarnare.

Il nostro impegno continua a rinnovarsi, anche con nuovi progetti all’orizzonte che ci vedranno protagonisti di quei “cantieri di idee” per un’Europa di Pace che sono già realtà in tutto il Continente.

Abbiamo di fronte una grande sfida e sappiamo cogliere i segnali di concretezza che arrivano dalla politica: due anni dopo, la lettera che Emmanuel Macron scrisse alle cittadine e ai cittadini europei, è stata firmata dal Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, dal Presidente del Consiglio dell’Unione, Antonio Costa, e dalla Presidente della Commissione europea, Ursula Von Der Leyen. Un segnale importante per la riuscita della Conferenza, per costruire un’Europa più resiliente e impegnarsi per la democrazia con i cittadini.

Ne scrive il movimento Europeo in questo articolo => “Riapre il cantiere europeo: i rischi e le occasioni da non perdere”

Noi ci siamo e non perderemo questa occasione!

11/03/2021
Articolo di