Torino non dimentica

#Via3Ottobre: raccolte 1000 firme
Una via a Torino per le vittime dell’immigrazione
Incontro Pubblico con Tareke Brhane, Gennaro Giudetti e gli studenti delle scuole
Lunedì 18 dicembre – h 10.00 – Fabbrica delle e, Corso Trapani 91/b Torino

 

Il 3 Ottobre 2013, un “barcone” carico di migranti partito dalle coste libiche affondò nel Mar Mediterraneo a meno di un miglio dall’Isola di Lampedusa. Quel giorno persero la vita in mare trecentosessantotto migranti.
Come giovani di Torino, per non dimenticare quella tragedia e tutte quelle che si sono consumate in mare negli ultimi anni, agli inizi di ottobre abbiamo deciso di scrivere una lettera alla cittadinanza e lanciare una raccolta firme per intitolare uno spazio della nostra città alle vittime dell’immigrazione.
Siamo partiti il 3 ottobre, giornata che ricorda la tragedia del 2013 e che istituisce per legge la “Giornata Nazionale in Memoria delle Vittime dell’Immigrazione “al fine di conservare e di rinnovare la memoria di quanti hanno perso la vita nel tentativo di emigrare verso il nostro Paese per sfuggire alle guerre, alle persecuzioni e alla miseria”.
Abbiamo organizzato eventi di approfondimento sul tema delle migrazioni, banchetti di raccolta firme e siamo riusciti ad avere l’adesione di uomini e donne di Torino che hanno sostenuto la nostra campagna, per generare una coscienza collettiva capace di alimentare una cultura dell’inclusione sociale e della convivenza pacifica.
Dopo 2 mesi tra le piazze della città e la presenza sul web con l’hashtag #via3ottobre, siamo riusciti a raccogliere oltre mille firme e l’adesione di personaggi illustri come Roberto Saviano, PIF, Gian Carlo Caselli, Luigi Ciotti e molti altri ancora.
Vogliamo rendere pubblico questo importante traguardo organizzando una mattinata di riflessione, approfondimento e incontro, coinvolgendo gli studenti del territorio, e dialogare con loro dei temi dell’immigrazione e dell’accoglienza. Lo faremo lunedì 18 dicembre, nella Giornata internazionale dei diritti dei migranti istituita nel 2000 dalle Nazioni Unite, presso la fabbrica delle e, in corso Trapani 91/b a Torino.

Con noi saranno presenti:
Tareke Brhane, Presidente del Comitato 3 Ottobre, originario dell’Eritrea e rifugiato politico in Italia dove ha ottenuto la cittadinanza.
Gennaro Giudetti, volontario dell’ONG SEA-WATCH, impiegato nelle navi che costeggiano la Libia per soccorrere i migranti che cercano di attraversare il mediterraneo.

Al termine della mattinata verranno consegnate in Comune le oltre mille firme raccolte per chiedere al Consiglio Comunale della Città di Torino di intitolare uno spazio pubblico della nostra città alla memoria delle Vittime dell’Immigrazione, affinché questa importante scelta possa rappresentare per tutta la nostra comunità cittadina l’impegno per non dimenticare, per far memoria di ciò che è stato e l’impegno per alimentare un orizzonte di solidarietà e accoglienza.

Un segnale che parte dalla nostra città, Torino.
Un monito per costruire un’Europa migliore.