Il pianista di Yarmouk: la musica come risposta alla violenza della guerra

Suonava il suo pianoforte in mezzo alle macerie per dare un po’ di sollievo alla popolazione siriana.
Ha messo a disposizione la sua arte per rispondere alle atrocità della guerra che sta dilaniando la Syria.
Aeham Ahmad è un musicista siriano di 30 anni, oggi rifugiato politico in Germania.
Ha raccontato la sua storia nel libro “Il pianista di Yarmouk“.
Venerdì 6 aprile ha raccontato la sua scelta nonviolenta al Circolo dei Lettori di Torino.

08/04/2018
Articolo di