La vita all'asta – "La migliore offerta"

Virgil Oldman è un battitore d’asta fenomenale e quotatissimo. E’ anche un collezionista d’arte impareggiabile. Ma è anche un uomo solo, che vive nell’ossessione dei suoi quadri e delle sue abitudini (i guanti per evitare ogni contatto con le persone). Una misteriosa donna, Claire, che non esce di casa da quindici anni gli propone una perizia sull’arredamento della casa dei defunti genitori. Per quanto insolito per le sue abitudini, accetta e, lentamente, inizia a provare un interesse fortissimo per la misteriosa cliente. Con lei instaura un rapporto, mediato dal muro che li separa, cercando di convincere la donna a uscire dalla sua tana e dalla sua agorafobia. E’ aiutato dal giovane Robert, mago della meccanica che riesce a ridare vita a qualunque congegno. Virgil, forse il vero murato in una vita di isolamento dal mondo, riesce a far breccia nel cuore di Claire. Forse.

 

Non rovineremo il finale, ma il film di Giuseppe Tornatore è un’insolita trama sentimentale, con cadenze di giallo. Mescolato con sapiente suspence (musiche di Ennio Morricone), un’abile regia e un impeccabile protagonista (Geoffrey Rush è superiore ad ogni elogio), pur con qualche difetto e un finale un po’ ingorgato, “La migliore offerta” è un bel ritorno dietro alla macchina da presa, del regista siciliano premio Oscar. Più vicino a “Una pura formalità” o “La sconosciuta”, che ai racconti epici di Bagheria o la storia di Novecento, pianista geniale sull’oceano, il film è angosciante e ben scritto. Bel parallelo tra realtà e finzione, nella storia, come tra arte e falsificazione. L’automa, cui Robert e Virgil ridanno vita, è la metafora del film, insieme alla stanza-bunker, con una poltrona bianca al centro, vero antro dei tesori e delle “donne” di Virgil.

 

Resta il dubbio, alla fine, di un Tornatore che si è preso gioco dello spettatore, come del suo indifeso protagonista, nell’asta più importante della vita.

Commenti


Tags: , , , ,

Scritto lunedì 7 gennaio 2013 | Da andrea.zummo | Categorie: NEWS, Rubriche